HELP

Previsione

La sezione presenta gli avvisi meteo e di criticità regionali emessi dal Centro Funzionale e contenuti all'interno di specifici bollettini. Attraverso rappresentazioni grafiche delle Zone di Allerta viene inoltre evidenziato l'insorgere di situazioni di criticità nel territorio regionale.

Fenomeni meteorologici

La sezione presenta il Bollettino di Allerta Meteoidrologica che contiene una previsione differenziata per Zone di Allerta, valida 36 ore, dei fenomeni meteorologici e degli effetti al suolo attesi per il rischio idrogeologico ed idraulico. Contiene inoltre approfondimenti della situazione meteorologica e dell'evoluzione prevista tramite il Bollettino meteorologico testuale e il Bollettino di analisi meteorologica.

Rischio idrogeologico ed idraulico

La sezione presenta il Bollettino di Allerta Meteoidrologica che contiene una previsione differenziata per Zone di Allerta, valida 36 ore, dei fenomeni meteorologici e degli effetti al suolo attesi per il rischio idrogeologico ed idraulico.
La sezione presenta inoltre una mappa del Piemonte, in cui ciascuna Zona di Allerta risulta colorata in funzione del rispettivo livello di criticità previsto.

Pericolo valanghe

La sezione presenta il Bollettino nivologico, che contiene informazioni sulla copertura nevosa, sulle condizioni del manto nevoso, sul grado di pericolo valanghe e sulla sua evoluzione nelle successive 24, 48 o 72 ore. Il grado di pericolo viene stabilito secondo le definizioni della Scala di Pericolo Europea unificata e differenziato per Zone di Allerta.
L'indicazione del grado di pericolo previsto per ciascuna Zona viene fornita anche tramite una mappa del Piemonte, in cui le Zone di Allerta risultano colorate in funzione dei rispettivi gradi previsti.
Il documento viene emesso il lunedì, mercoledì e venerdì entro le ore 14:00 locali (CET/CEST), nel periodo da novembre a maggio, a seconda delle condizioni d'innevamento.

Torna al menu

Monitoraggio

La sezione presenta i documenti di aggiornamento della situazione idrogeologica ed idraulica osservata, emessi in caso di moderata o elevata criticità.
Sono sempre presenti e costantemente aggiornati in automatico i dati acquisiti dalle reti e dai sistemi di monitoraggio, di cui vengono presentate le descrizioni e le localizzazioni delle installazioni.
Dalla sezione Link utili si può accedere ai servizi WebGIS per la visualizzazione dei dati di monitoraggio idrometeorologico e sismico.

Bollettini

La sezione presenta il Bollettino di aggiornamento idrogeologico ed idraulico, che contiene una descrizione testuale della situazione e della sua evoluzione, le Tabelle dei dati pluviometrici e le Tabelle dei dati idrometrici delle stazioni della rete di monitoraggio regionale con segnalazione dei casi di superamento delle rispettive soglie.
I documenti presenti in questa sezione vengono emessi solo in caso di moderata o elevata criticità idrogeologica ed idraulica.

Rete Meteorologica Automatica

La sezione presenta i dati significativi relativi ai principali parametri fisici (temperatura, pioggia, neve, vento) acquisiti dalla Rete di Monitoraggio Meteorologica Automatica, costituita da oltre 350 stazioni al suolo che inviano le osservazioni in teletrasmissione.
Gli ultimi dati aggregati per Zona di Allerta vengono forniti tramite una mappa del Piemonte, selezionando il parametro fisico desiderato. Selezionando una Zona si possono consultare in formato tabellare i valori significativi di dettaglio per gli ultimi quattro giorni di tutte le stazioni in essa comprese.
I dati vengono aggiornati ogni 10 minuti.
I tempi dei dati sono espressi nel sistema UTC: per ottenere l'ora locale bisogna sommare un'ora quando è in vigore l'ora legale invernale (CET), due quando è in vigore quella legale estiva (CEST).
Si precisa che i dati non sono validati e che è quindi necessaria una verifica di significatività ed un cauto utilizzo.
Viene fornita una descrizione del servizio e delle tipologie di stazioni al suolo della rete di rilevamento.
Viene fornita l’anagrafica (comune, provincia, località, denominazione, coordinate cartografiche, quota) delle stazioni in formato tabellare, accessibile selezionando le corrispondenti Zone di Allerta. Le coordinate cartografiche sono espresse in metri e riferite al Sistema ED50, con proiezione UTM del fuso 32.
La quota è espressa in metri sul livello medio del mare.

Rete Idrologica Automatica

La sezione presenta i dati idrometrici significativi relativi ai principali corsi d’acqua della rete idrografica piemontese acquisiti dalla Rete di Monitoraggio Idrologica Automatica, costituita da oltre 130 stazioni idrometriche che inviano le osservazioni in teletrasmissione.
Tramite una mappa del Piemonte, selezionando una Zona si possono consultare in formato tabellare i valori significativi di dettaglio per gli ultimi quattro giorni di tutte le stazioni in essa comprese.
I dati vengono aggiornati ogni 10 minuti.
I tempi dei dati sono espressi nel sistema UTC: per ottenere l'ora locale bisogna sommare un'ora quando è in vigore l'ora legale invernale (CET), due quando è in vigore quella legale estiva (CEST).
Si precisa che i dati non sono validati e che è quindi necessaria una verifica di significatività ed un cauto utilizzo.
Viene fornita una descrizione del servizio e delle tipologie di stazioni al suolo della rete di rilevamento.
Viene fornita l’anagrafica (comune, provincia, località, denominazione, coordinate cartografiche, quota) delle stazioni in formato tabellare, accessibile selezionando le corrispondenti Zone di Allerta. Le coordinate cartografiche sono espresse in metri e riferite al Sistema ED50, con proiezione UTM del fuso 32.
La quota è espressa in metri sul livello medio del mare.

Radar Meteorologico

La sezione presenta una mappa di riflettività derivante dai dati acquisiti dai sistemi Radar Meteorologici.
Le installazioni di Bric della Croce, nella Collina Torinese, e Monte Settepani, nell'Appennino Ligure, effettuano un ciclo di scansioni ogni 10 minuti, misurando la riflettività associata a nubi e precipitazioni.
I dati vengono aggiornati ogni 10 minuti.
I tempi dei dati sono espressi nel sistema UTC: per ottenere l'ora locale bisogna sommare un'ora quando è in vigore l'ora legale invernale (CET), due quando è in vigore quella legale estiva (CEST).
Si precisa che i dati non sono validati e che è quindi necessaria una verifica di significatività ed un cauto utilizzo.
Viene fornita una descrizione del servizio. Viene fornita l’anagrafica (comune, provincia, denominazione, coordinate cartografiche, quota) delle installazioni e la localizzazione su una mappa del Piemonte. Le coordinate cartografiche sono espresse in metri e riferite al Sistema ED50, con proiezione UTM del fuso 32.
La quota è espressa in metri sul livello medio del mare.

Rete Sismica

La sezione presenta le informazioni relative ai principali dati parametrici degli eventi sismici più recenti localizzati in Piemonte o nelle zone circostanti tramite i dati acquisiti dalla rete regionale per il monitoraggio dell’attività sismica nell'Italia nord-occidentale. Gli epicentri degli eventi sismici di magnitudo superiore o uguale a 2 sono rappresentati in mappe in base alla magnitudo, alla profondità ipocentrale, al tempo trascorso dal tempo origine. I dati parametrici sono forniti tramite il Bollettino sismico settimanale (emesso il mercoledì mattina), il Bollettino sismico di aggiornamento (emesso nel caso di sisma di magnitudo superiore o uguale a 2), l’Avviso straordinario di scossa sismica (emesso nel caso di sisma di magnitudo superiore o uguale a 4). Per la corretta consultazione dei documenti si guardino le condizioni di utilizzo e le note incluse nei documenti stessi. I tempi sono espressi nel sistema UTC: per determinare l'ora locale si deve sommare un'ora quando è in vigore l'ora legale invernale (CET), due quando è in vigore quella legale estiva (CEST).
Vengono fornite la descrizione del servizio e le informazioni relative alla localizzazione delle stazioni sismiche di Arpa Piemonte; i dati anagrafici (Comune, Provincia, sigla, denominazione, coordinate cartografiche, quota) di ciascuna stazione sono visualizzati in formato tabellare, selezionando la mappa in cui le stazioni sono rappresentate. Le coordinate cartografiche sono espresse in metri e riferite al Sistema ED50, con proiezione UTM del fuso 32. La quota è espressa in metri sul livello medio del mare.

 

Torna al menu

Sorveglianza

La sezione presenta gli avvisi emessi nel caso di situazioni particolarmente significative oppure impreviste riguardanti fenomeni meteorologici o di criticità moderate o elevate.
L'Avviso straordinario, che contiene una descrizione testuale della situazione osservata e della sua evoluzione a breve termine (now casting) basata sulla previsione e sulle misure raccolte in tempo reale, viene emesso in caso di situazioni impreviste e si riferisce, a seconda dei casi, a fenomeni meteorologici o di criticità idrogeologica ed idraulica o nivologica.

Torna al menu

Gestione piene

La sezione presenta il Bollettino di previsione delle piene, che contiene una valutazione sulle criticità idrauliche riferite alla previsione del superamento delle soglie idrometriche per le sezioni idrometriche dei corsi d'acqua principali.
Il documento viene emesso nel caso di avviso di criticità idrogeologica ed idraulica, entro le ore 13:00 locali (CET/CEST) ed è finalizzato alla gestione delle piene e dei deflussi.
Le valutazioni sono effettuate sulla base delle previsioni dei modelli idrologici ed idraulici disponibili presso il Centro Funzionale, alimentati con le previsioni quantitative delle precipitazioni ed inizializzati con le misure pluviometriche ed idrometriche raccolte in tempo reale: ne vengono presentati i risultati, visualizzando il livello idrico o la portata previsti per le stazioni significative.

Sistema operativo: previsione

Stato della rete idrometrica e precipitazioni osservate cumulate su 24 ore.
Stazioni idrometriche dove sono disponibili previsioni di portata.
Previsioni di livello per il Verbano.

Sistema operativo: monitoraggio

Animazione delle piogge orarie e stato della rete idrometrica osservati su 24 ore.
L'immagine visualizzata in apertura mostra la pioggia dell'ultima ora per cui è stata eseguita la simulazione del sistema di previsione delle piene.
I tasti di animazione servono per lo scorrimento delle immagini.
Il tasto PLAY fa partire l'animazione mentre il tasto STOP la ferma.
I tasti INDIETRO e AVANTI mostrano rispettivamente le immagini relative all’ora precedente e a quella successiva.
INIZIO FILMATO e FINE FILMATO visualizzano rispettivamente la prima e l’ultima immagine delle 24 ore per cui è stata eseguita la simulazione del sistema di previsione delle piene. La selezione Livello idrico/Portata cambia il tipo di parametro visualizzato nei pop-up che si aprono selezionando le stazioni idrometriche indicate in mappa.

Torna al menu

Materiale informativo

La sezione presenta i documenti relativi al Disciplinare per la gestione organizzativa e funzionale del Sistema di Allertamento regionale ai fini di protezione civile, approvato con Deliberazione della Giunta Regionale,
contenete le seguenti parti:
- Disciplinare
- Allegati

Torna al menu





 | 

RUPAR PIEMONTE LA RETE UNITARIA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DEL PIEMONTE